FANDOM


Piano
The Dark Barony
Nome Ulgrotha
Blocchi Ambientati Origini
Tipo Naturale
Luoghi Importanti Ulgrotha/Luoghi
Razze Principali Ulgrotha/Razze
Planeswalker Nativi Sandruu, Daria
Planeswalker di Passaggio Feroz, Ravi Sengir, Serra, Taysir
Personaggi Principali Ulgrotha/Personaggi
Personaggi Secondari Ulgrotha/Personaggi
Eventi Grande Guerra, Grande Distruzione
Altro Campanello dell'Apocalisse, Bando di Feroz, Rinoceronte d'Ebano, Carrozza Nera, Sciame Meccanico, Foschia Famelica, Proclama Mistico, Matrona dell'Abbazia


Ulgrotha, il cui nome significa "Giardino" o "Santuario", è un piccolo piano lontano da Dominaria.

StoriaModifica

Ricco di mana e di diverse forme di vita, Ulgrotha non era molto diverso da uno qualsiasi degli altri piani del multiverso. Tuttavia, quando Ravi decise di usare il Campanello dell'Apocalisse durante la battaglia finale tra i Tolgath e gli Antichi, causò la Grande Distruzione che generò la Zona Morta e una frattura dimensionale sopra di essa. Inoltre l'esplosione generale uccise immediatamente entrambi i gruppi di planeswalker. Ravi fu l'unica a sopravvivere, riuscendo a nascondersi all'interno della Guglia di Basalto, dove rimase intrappolata per secoli. Le Leyline di Ulgrotha vennero devastate, tuttavia una nuove cultura umana nomade nacque nelle pianure mentre altri costruivano le loro case sulle Montagne Koskun.

Successivamente, una colonia di nani attraversò un cancello di un altro mondo che li portò su Ulgrotha. Alla ricerca di minerali e gemme, finirono nelle profondità sotto le montagne del piano e fondarono Nuova Libertà, poi scavarono in superficie e cominciarono a costruire un grande castello in pietra che chiamarono Castello di Luce del Mattino. Alcuni di questi nani costruiscono navi per navigare ed esplorare il mondo in cui si trovavano e lasciarono il resto dei loro simili a finire il castello.

Dopo che due planeswalker sconosciuti duellarono nelle paludi vicino al castello non completato, un antico signore dei vampiri, il Barone Sengir, rimase bloccato sul piano perchè convocato da uno dei due potenti maghi e conquistò il castello nelle vicinanze. Quando i nani tornarono indietro, scoprirono che tutti i loro familiari erano stati uccisi dal Barone. Anche se conoscevano molti modi per entrare nel proprio castello, il Barone Sengir si dimostrò troppo forte per essere distrutto. In una delle incursioni, il vampiro catturò la figlia del re, Irina, e la trasformò in una vampira. Infine, i nani accettarono che non avrebbero mai potuto attraversare il castello fino alla loro città e tornare sul loro mondo attraverso il cancello senza essere catturati e uccisi dal Barone, così lasciarono il castello al vincitore. Poco dopo, il Barone Sengir scoprì il luogo in cui si trovava imprigionata Ravi, che era diventata pazza, e la liberò trasformandola in un vampira e accogliendola nella sua famiglia. Con passare del tempo il baronato di Sengir si espanse comprendendo quasi tutto il piano, tra cui molti piccoli villaggi. Il Castello Sengir sormonta il paesaggio, per segnalare la supremazia e il dominio del Barone e della sua famiglia.

Trascorse altro tempo e nuovi planeswalker arrivarono sul piano: Feroz e Serra. I due si sposarono e decisero di diventare i protettori di Ulgrotha. Per proteggere il piano e i suoi abitanti dai duelli fra planeswalker, Feroz creò uno scudo che una volta attivo impedì ai planeswalker di entrare su Ulgrotha. Lo scudo rimase attivo per molti anni, ma dopo la morte di Feroz venne devastato, rendendo Ulgrotha nuovamente visitabile dagli altri planeswalker. Dopo la morte del marito, Serra decise di andarsene. Successivamente i paesi di Ulgrotha caddero in una guerra civile e il Barone Sengir usò ciò per stringere la sua presa di potere sul piano sfruttando la paura.

Il Barone scoprì poi il cancello dei nani nella cantina del suo castello, ma decise che prima di attraversare il portale avrebbe conquistato completamente Ulgrotha. Potrebbe esserci riuscito, perché nel 4.505 A.R i suoi eserciti sono stati visti marciare dal Castello Sengir nella notte.

ApprofondimentoModifica

ReferenzeModifica

Carte pianoModifica

CuriositàModifica

  • Ulgrotha a volte viene chiamato "Homelands" dai suoi abitanti.
Piani naturali: Alara | Alara Perduta | Alkabah | Amonkhet | Aranzhur | Arkhos | Azgol | Azoria | Bablovia | Belenon | Bolas's Meditation Realm | Cabralin | Cridhe | Diraden | Dominaria | Echoir | Equilor | Ergamon | Fabacin | Fiora | Gastal | Ilcae | Iquatana | Innistrad | Ir | Ixalan | Kaladesh | Kaldheim | Kamigawa | Karsus | Kephalai | Kinshala | Kolbahan | Kylem | Kyneth | L'Abisso | Landa Tenebrosa | Lorwyn | Luvion | Mercadia | Moag | Mongseng | Muraganda | Vuoto Abissale | Nuova Alara | Pyrulea | Rabiah | Ravnica | Regatha | Segovia | Shandalar | Skalla | Tarkir | Tavelia | Theros | Ulgrotha | Valla | Vantraquaz | Vryn | Wildfire | Xerex | Zendikar
Piani artificiali: Argentum | Mirrodin | Mirrodin Puro | Nuova Phyrexia | Phyrexia | Rath | Reame di Serra
Altro: Sette piani di Parnash