FANDOM


Piano
Akros
Nome Theros
Blocchi Ambientati Blocco di Theros
Tipo Naturale
Luoghi Importanti Theros/Luoghi
Razze Principali Theros/Razze
Planeswalker Nativi Xenagos, Gideon Jura
Planeswalker di Passaggio Elspeth Tirel, Dack Fayden, Ashiok, Kiora, Ajani
Personaggi Principali Theros/Personaggi
Personaggi Secondari Theros/Personaggi
Eventi Bakkeia, Giochi di Iroas, Il Silenzio
Altro Nyx, Khrusor, Dekella, Mastix, Akmon, Ephixis, La Theriade, Sanguinaria, Fuoco Eterno, Nemesi degli Dei, Monsone


Theros è un piano dominato da un pantheon di dei che si sono spartiti il dominio sui colori del mana. Ispirato alla mitologia greca, è contraddistinto da una fauna feroce e selvaggia, che assedia costantemente le diverse città fortificate del piano. Diverse creature di grosse dimensioni abitano il piano, contrastate da eroi valorosi che sfruttano il loro valore e coraggio per mantenere sicure le città.

Nascita degli deiModifica

Gli dei di Theros sono stati creati dalle credenze e dai desideri dei mortali. Inizialmente tutto andò bene per gli abitanti del piano, ma poi, le divinità iniziarono a credere in sé stesse e le cose cambiarono. Nonostante i loro immensi poteri, gli dei hanno bisogno della devozione dei mortali per sopravvivere. Le divinità dimenticate infatti, smettono di esistere.

I sogni su TherosModifica

Su Theros, quando i mortali dormono e sognano, si dice che "visitino Nyx", la proverbiale terra della notte e casa degli dei. Pertanto, i sogni sono visti come doni per gli dei. Quando gli dei appaiono ai mortali, ognuno è "infuso" con Nyx stessa. Dove i lineamenti e la forma del dio sono nascosti dalle ombre, è invece visibile il cielo della notte, come se gli dei occupassero il mondo del giorno e quello della notte contemporaneamente.

L'aspetto degli deiModifica

Gli dei di Theros possono assumere molteplici forme e camminare tra i mortali.

Il SilenzioModifica

Durante il viaggio di Elspeth Tirel verso Meletis, la maggior parte degli dei del piano, manipolati in segreto da Xenagos, cercarono di ottenere per sè stessi l'arma della planeswalker: la Nemesi degli Dei. A causa del loro cieco desiderio e delle loro paure, le divinità finirono quasi per distruggere gran parte del piano. Vedendo ciò Krufix parlò e ordinò loro di tornare su Nyx impedendo loro di andarsene per evitare che danneggiassero ulteriormente il mondo dei mortali.

I mortali chiamarono la loro assenza Il Silenzio perchè le loro preghiere non ottenevano risposta.

In seguito Mogis e Keranos ruppero il Silenzio; il primo per scatenare la sua ira sui mortali, mentre il secondo per rispondere alle  preghiere di Cimede.

Figli degli DeiModifica

Intenzionato a diventare un dio, Xenagos iniziò una serie di rituali che indebolirono le linee di confine tra Nyx e il mondo degli umani. Ciò causò l'apparizione di creature esclusivamente del regno degli dei anche sul mondo mortale. Ignari del piano del planeswalker e credendo erroneamente che la colpa fosse degli umani, gli dei scatenarono la loro ira su di loro, in particolare Mogis che scatenò l'orda dei minotauri contro le città umane e il più imponente contro Akros. Guidando un esercito di eroi provenienti da Akros, Setessa e Meletis, Elspeth Tirel riuscì a rompere l'assedio. Tuttavia, all'insaputa dei vincitori la celebrazione della vittoria divenne l'ultimo rituale di cui Xenagos aveva bisogno per diventare un dio. Una volta scoperta la verità gli dei si sentono in colpa per ciò che avevano fatto, in particolar modo Eliod che iniziò a cercare un modo per ripristinare l'ordine.

Dopo l'ascesa divina di XenagosModifica

Dopo essere diventato una divinità, Xenagos iniziò a diffondere la sua influenza su Theros in modo che il piano diventasse un "divertimento senza fine". Senza rendersene conto, il nuovo dio diventò ciò che un tempo disprezzava di più: un tiranno e un oppressore; i suoi svaghi comprendevano la morte di innocenti per puro divertimento, noncurante della distruzione e del caos causato dalle creature di Nyx apparse a causa sua.

Viaggio verso NyxModifica

Grazie al consiglio di Krufix, Elspeth e Ajani riuscirono a entrare a Nyx, pronti al confronto finale con Xenagos. Dopo aver superato alcune prove, i due affrontarono il dio della dissolutezza e infine Elspeth riuscì a ucciderlo. La campionessa del sole aveva ripristinato l'ordine su Theros; venne però tradita e uccisa da Eliod con la sua stessa arma ormai in frantumi.

ApprofondimentoModifica

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

CuriositàModifica

  • Il termine maggiore o minore riferito agli dei del piano indica la quantità dei loro seguaci e non il potere delle divinità stesse. Infatti, un dio venerato da molti viene considerato maggiore mentre uno venerato da pochi minore.
Piani naturali: Alara | Alara Perduta | Alkabah | Amonkhet | Aranzhur | Arkhos | Azgol | Azoria | Bablovia | Belenon | Bolas's Meditation Realm | Cabralin | Cridhe | Diraden | Dominaria | Echoir | Equilor | Ergamon | Fabacin | Fiora | Gastal | Ilcae | Iquatana | Innistrad | Ir | Ixalan | Kaladesh | Kaldheim | Kamigawa | Karsus | Kephalai | Kinshala | Kolbahan | Kylem | Kyneth | L'Abisso | Landa Tenebrosa | Lorwyn | Luvion | Mercadia | Moag | Mongseng | Muraganda | Vuoto Abissale | Nuova Alara | Plane of Mountains and Seas | Pyrulea | Rabiah | Ravnica | Regatha | Segovia | Shandalar | Skalla | Tarkir | Tavelia | Theros | Ulgrotha | Valla | Vantraquaz | Vryn | Wildfire | Xerex | Zendikar
Piani artificiali: Argentum | Mirrodin | Mirrodin Puro | Nuova Phyrexia | Phyrexia | Rath | Reame di Serra
Altro: Sette piani di Parnash